Calendario eventi

agosettembre 2017ott
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021SMART BUILDING LEVANTE - 2017

SMART BUILDING LEVANTE - 2a Edizione
222324
2526272829301
23Convegno informativo/formativo polveri di legno duro rischi per la salute - 3 Ottobre
45678

Fotogallery

Gli Acconciatori CNA Bari creano il futuro: Total look FdL 2017

Gli Acconciatori CNA Bari creano il futuro: Total look FdL 2017

Totale foto: 64 | Inserito in data: 19 settembre 2017

Visualizza

Giuseppe Sirago premiato al Quirinale

Giuseppe Sirago premiato al Quirinale

Totale foto: 2 | Inserito in data: 20 settembre 2016

Visualizza

CNA: DA 70 ANNI CONNESSA CON LE AZIENDE E CON IL CAMBIAMENTO

CNA: DA 70 ANNI CONNESSA CON LE AZIENDE E CON IL CAMBIAMENTO

Totale foto: 6 | Inserito in data: 30 giugno 2016

Visualizza

ISTANTANEEE DEL 10 GIUGNO

ISTANTANEEE DEL 10 GIUGNO

Totale foto: 31 | Inserito in data: 23 giugno 2016

Visualizza

Iscriviti alla Newsletter

europa2020.jpg
CNAlattierocaseario-_per_sito.png
cna.jpg
logo-vita-impresa-lavoro.jpg

CNA Bari: 400 posti di lavoro per attività manuali

05 gennaio 2016

 


BARI - Autoriparatori, panificatori, addetti del settore caseario, sarti. Le chiamano «professioni povere», quelle che nessuno vuole più fare. Eppure, solo in provincia di Bari sono centinaia le aziende che sarebbero pronte ad assumere queste figure professionali, anche immediatamente. Lo dice la Cna, la Confederazione delle piccole imprese. «Mettendo insieme le richieste degli imprenditori iscritti – spiega Giuseppe Riccardi, segretario provinciale dell’associazione - sono almeno quattrocento i posti di lavoro pronti per essere offerti a giovani adeguatamente formati, nell’arco di appena due anni». 

Di qui la strategia che la Cna, anche in collaborazione con il Provveditorato agli Studi, sta elaborando per ridisegnare i percorsi della formazione professionale. Sono soprattutto le microimprese del territorio provinciale a denunciare la crescente difficoltà nella ricerca di giovani formati per ricoprire posti che rischiano di rimanere vacanti. Uno dei settori che sarebbero già pronti ad assumere almeno un centinaio di giovani è quello dell’autoriparazione. «Oggi – spiega Giuseppe Riccardi – l’assistenza post-vendita delle vetture viene svolta quasi interamente dalle concessionarie, che necessitano soprattutto di periti meccanici, elettronici ed elettrici. Il turn-over con i meccanici di vecchia generazione sta avvenendo proprio in questo momento e le aziende hanno difficoltà a reperire le giuste competenze». 

Stesso discorso vale per il settore moda: mancano giovani sarti, ragazzi capaci di disegnare, tagliare e cucire i modelli, ma anche di realizzare le rifiniture, dalle asole ai punti più complicati. «In questo comparto, soltanto le aziende iscritte alla Cna – spiega il segretario provinciale dell’as - sociazione – sarebbero pronte ad assumere circa novanta addetti anche subito». 

Allo stesso modo mancano giovani leve nel settore della panificazione: panettieri, pasticceri, ma anche maestri cioccolatieri e gelatai. Le imprese edili richiedono stuccatori, decoratori, intonachisti, muratori esperti nella messa in opera del tufo. Una miniera di posti di lavoro è la nautica che cerca dai verniciatori ai periti elettronici fino ai sarti per vele. Si tratta di almeno quattrocento posti di lavoro. «Quattrocento buone ragioni per cambiare la politica della formazione nel nostro territorio», dice Riccardi. 

Il progetto della Cna punta a chiedere alla Regione Puglia e alla Provincia di coinvolgere direttamente le associazioni imprenditoriali nella selezione e nello svolgimento dei corsi professionali. «Abbiamo già contattato gli istituti tecnici della provincia e il Provveditorato – spiega il segretario – perché già nei percorsi di alternanza scuola-lavoro si passi dalle attuali tre settimane di stage aziendale a periodi più lunghi, magari portando i ragazzi a lavorare fra giugno e settembre. Con alcune scuole poi abbiamo ipotizzato la realizzazione di corsi di formazione per i neodiplomati, da svolgere direttamente in azienda. Un modo per far incontrare davvero domanda e offerta».

 

fonte "La Gazzetta del Mezzogiorno del 4/1/2016"

Archivio news

Torna indietro

© 2017 Copyright CNA Bari. Tutti i diritti riservati

Via Nicola Tridente, 2/bis - 70125 Bari -

Tel. 080/548.6908/2676/4570 - Fax 080/5486947 - Codice Fiscale/Partita IVA 80019270729

Powered by Laboratre | Valid CSS | Valid XHTML