Calendario eventi

agosettembre 2017ott
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021SMART BUILDING LEVANTE - 2017

SMART BUILDING LEVANTE - 2a Edizione
222324
2526272829301
23Convegno informativo/formativo polveri di legno duro rischi per la salute - 3 Ottobre
45678

Fotogallery

Gli Acconciatori CNA Bari creano il futuro: Total look FdL 2017

Gli Acconciatori CNA Bari creano il futuro: Total look FdL 2017

Totale foto: 64 | Inserito in data: 19 settembre 2017

Visualizza

Giuseppe Sirago premiato al Quirinale

Giuseppe Sirago premiato al Quirinale

Totale foto: 2 | Inserito in data: 20 settembre 2016

Visualizza

CNA: DA 70 ANNI CONNESSA CON LE AZIENDE E CON IL CAMBIAMENTO

CNA: DA 70 ANNI CONNESSA CON LE AZIENDE E CON IL CAMBIAMENTO

Totale foto: 6 | Inserito in data: 30 giugno 2016

Visualizza

ISTANTANEEE DEL 10 GIUGNO

ISTANTANEEE DEL 10 GIUGNO

Totale foto: 31 | Inserito in data: 23 giugno 2016

Visualizza

Iscriviti alla Newsletter

europa2020.jpg
CNAlattierocaseario-_per_sito.png
cna.jpg
logo-vita-impresa-lavoro.jpg

Via libera a cerchioni e pneumatici di misure diverse, non occorrerà più il nulla osta.

21 novembre 2013

Entra in vigore il decreto che consente di installare sistemi ruota omologati di misure diverse da quanto previsto dalla Casa, senza richiedere il costoso nulla osta

Un ulteriore passo verso la "liberalizzazione del tuning". Dopo i freni è ora la volta dei "sistemi ruota", ovvero i cerchioni e pneumatici, che potranno essere montati in misure più grandi da quelle previste dalla Casa auto senza dover chiedere il costoso nulla osta. Tutti i cerchioni dovranno però superare i test di qualità, che fino ad ora non erano obbligatori.

Il decreto10 gennaio 2010 n.20, firmato dal ministro dei Trasporti ed entrato in vigore il 7 marzo, va a regolamentare una certa "anarchia" in ambito ruote/cerchioni, rendendo necessaria la conformità a determinati standard qualitativi. Il nuovo regolamento nasce quindi dall' “esigenza di regolamentare le procedure di approvazione nazionale di ruote diverse da quelle originali e da quelle sostitutive del costruttore, singolarmente o in abbinamento agli pneumatici, nonché le procedure idonee per la loro istallazione quali elementi di sostituzione o di integrazione di parti di veicoli, sulle autovetture nuove o in circolazione”.

La cosiddetta liberalizzazione del tuning, approvata a fine 2008 (Dl 207/08, che ha introdotto il comma 3-bis nell'articolo 75 del Codice della strada), prevede per l'appunto che determinati pezzi originali possano essere sostituiti con altri non previsti come alternativa dal costruttore del veicolo, senza che l'operazione sia più soggetta all'ottenimento di un nulla osta da chiedere al costruttore stesso (al costo di centinaia di euro). Ma finora ad essere coinvolti in tale liberalizzazione sono stati solo i freni. Da adesso si aggiungono dunque anche i "sistemi ruota" che, oltre ai cerchioni, comprendono anche pneumatici, viti, dadi di fissaggio, adattatori e distanziali ruota.

Omologazione
Come già avviene per i freni, i cerchioni installabili al posto degli originali devono avere un'omologazione. Tale omologazione può essere ottenuta rivolgendosi alla direzione generale delle Motorizzazione o a uno dei suoi Cpa (Centri prova autoveicoli) e presentando i risultati di una serie di prove che, come previsto dall'art.4, dimostrano che quel sistema ruota non altera il comportamento su strada per i modelli per cui è omologato; il componente deve quindi superare varie prove di resistenza strutturale e di sicurezza di montaggio.
Se l'omologazione è già stata ottenuta in un Paese UE (compreso anche Norvegia, Islanda e Liechtenstein) sarà sufficiente presentare la relativa documentazione agli uffici delle Motorizzazioni. Ogni cerchio potrà quindi essere montato solo sui modelli per i quali è omologato e dovrà essere possibile ripristinare l'originale con un semplice smontaggio, altrimenti sarà necessario il nulla osta della casa automobilistica. L'obbligatorietà dell'omologazione mette quindi fuori mercato i pezzi non omologati e certificati, a vantaggio della sicurezza stradale.

Installazione
Regole precise anche sul versante installazione-montaggio, che tutti gli autoriparatori dovranno rispettare. Le istruzioni sull'installazione e le varie prescrizioni dovranno accompagnare tutti i prodotti, e l'installatore è tenuto a rilasciare una dichiarazione in cui attesta di aver seguito queste prescrizioni. L'installazione, nello specifico, non deve richiedere modifiche a parafanghi, passaruote, fiancate o altri elementi; sono ammessi solo i codolini (profili che bordano i passaruota), se previsti come accessorio già dalla casa automobilistica. Occorre successivamente recarsi in un ufficio provinciale per sottoporre l'auto alla classica prova e far aggiornare la carta di circolazione (articolo 78 del Codice della strada), riportandovi le misure dei nuovi cerchi. L'aggiornamento non è necessario se le misure delle gomme riportate nella carta di circolazione restano invariate rispetto a quelle previste in origine dal costruttore del veicolo.
Il nulla osta della casa automobilistica dovrà invece essere richiesto in caso di sostituzione/modifica di parti dell'auto che non rientrano nel sistema ruota oppure nella centralina dell' Abs o dell' Esp.

 

(fonte: Rivista PARTS )

Archivio news

Torna indietro

SCRIVI UN COMMENTO

 
 
 

Il codice visualizzato fa distinzione tra le lettere maiuscole e minuscole

© 2017 Copyright CNA Bari. Tutti i diritti riservati

Via Nicola Tridente, 2/bis - 70125 Bari -

Tel. 080/548.6908/2676/4570 - Fax 080/5486947 - Codice Fiscale/Partita IVA 80019270729

Powered by Laboratre | Valid CSS | Valid XHTML